Là dove volano le aquile

I nostri vigneti in Sardegna vengono allevati in un contesto ambientale unico.

La proprietà delle Tenute Gregu si estende su una superficie di circa 50 ha nelle campagne di Calangianus, in Gallura, su un terreno da disfacimento granitico a 500 m. slm. che, unito ad un microclima particolare, rendono questo habitat ideale per la coltivazione della vite conferendo ai nostri vini eccezionali sfumature e profumi intensi.

Un contesto unico ed incontaminato ai piedi del Monte Limbara, sede del Parco Regionale del Limbara, tra olivastri e sugherete secolari immerso in profumi di menta selvatica, fragoline selvatiche e mirto, dove il muflone, il daino e l’aquila reale vivono in armonia.

E il sole illumina i grappoli

Nei nostri vigneti in Sardegna il sole ci regala i suoi caldi raggi che illuminano e si riflettono sui grappoli facendoli maturare al meglio. Il vento che arriva dal mare dona salinità e il terreno da disfacimento granitico nutre le piante rendendole forti e resistenti.
La superficie deinostri vigneti in Sardegna si estende su circa 30 ettari suddivisi in due grandi appezzamenti che godendo di altitudine, esposizione e microclima differenti conferiscono particolari caratteristiche organolettiche alle uve. Il vitigno principe è il Vermentino, che occupa circa l’85% della superficie vitata complessiva, e che qui in Gallura trova il suo habitat ideale per regalarci poi vini intensi e profumati, eleganti e sinceri. Nel resto dei vigneti vengono allevati altri vitigni autoctoni come il Cannonau, il Carignano e il Bovale.

Il Vermentino di Gallura

Uva Vermentino di Gallura

Insieme al Cannonau, il Vermentino è forse l’altro vitigno che caratterizza i vigneti in Sardegna.

In Gallura, nell’estremo lembo nord-orientale della Sardegna, questo vitigno da origine ad una particolare varietà, il cosiddetto Vermentino di Gallura, che è l’unica DOCG sarda.

Qui le particolari caratteristiche pedoclimatiche, i terreni da disfacimento granitico ricchi di potassio e le brezze marine che soffiano da nord est, conferiscono alle uve delle peculiarità che non si ritrovano negli altri vermentini nel resto della Sardegna e d’Italia.

Il Cannonau di Sardegna

Uva Cannonau di Sardegna

Il Cannonau è il vitigno sardo per eccellenza, il più conosciuto, quello che richiama alla mente nell’immaginario comune il nostro territorio e la nostra cultura. È una delle DOC sarde più diffuse nei vigneti in Sardegna, forse la più conosciuta nel mondo. La sua origine è abbastanza incerta, ma alcuni studi fanno risalire questo vitigno alla dominazione spagnola dell’isola e altri, più recenti invece, smentiscono questa tesi ipotizzando la sua endemicità. Alcuni resti di vinaccioli risalenti a 3200 anni fa sono stati ritrovati in diverse zone dell’isola a testimoniare come questo vitigno rappresenti davvero le origini viticole della Sardegna.